lunedì 13 febbraio 2006

Salve a tutti ^_^! lo so, è parecchio che non scrivo, ma come avevo previsto... l'uscita di "Final Fantasy VII: Dirge of Cerberus" mi ha lasciato poco tempo libero, e, come promesso, eccovi una piccola recensione del gioco.
...inutile dire che cercherò di essere imparziale, nonostante il protagonista di questo gioco sia colui che da il cognome ad ogni mio nickname, nonchè il nome a questo Blog ^_^'...

Final Fantasy VII: Dirge of Cerberus
Genere: Sparatutto in terza persona, rpg
Lingua: Giapponese (la data dell'uscita nel resto del mondo è ancora sconosciuta)
Ambientato 3 anni dopo a "Final Fantasy Advent Children" questo gioco parla delle avventure di Vincent Valentine, uno dei personaggi nascosti di Final Fantasy VII. Durante il gioco, tra un livello d'azione e l'altro si verrà a conoscenza di molti dettagli fino ad ora rimasti oscuri sul passato di Vincent, Hojo e della Shinra. Molti altri eroi del vecchio videogames Square faranno la propria apparizione, ed alcuni saranno fondamentali nello svolgersi del gioco: oltre a venire aiutato da Yuffie ed ospitato da Cid sull'Highwind ci sarà un vero e proprio livello da svolgere nei panni di Cat Sith!
I comandi sono originali, ben organizzati nel pad, numerosi (all'inizio sembrerà tutto un po complicato :P...) ma allo stesso tempo intuitivi...basta davvero poco tempo per riuscire a godere appieno dei livelli del gioco. I filmati tra un livello e l'altro sono belli, lunghi e numerosi, ma c'è la possibilità di saltarli (cosa grata dopo FFX...è utile seguire la trama, ma se ci si gioca più di una volta può diventare un po snervante per i meno appassionati alla storia..)
Le modalità di gioco, dalla easy alla hard, sono ben calibrate: la facile è alla portata anche dei giocatori meno esperti sul genere, mentre dalla normal si può già avere un discreto livello di difficoltà.
Molti potevano trovare una somiglianza tra questo gioco e i vari "Devil May Cry" stilisticamente parlando...niente di più sbagliato! Vincent non salta molto e non usa armi che non siano da fuoco. L'unica somiglianza, se proprio la si vuol trovare, sta nella trasformazione, ma...beh, in realtà Vincent poteva trasformarsi in varie creature sin dal lontano 1997 (molto prima di un qualsiasi gioco di Dante), non credo quindi che si possa parlare di plagio :P!
...inutile commentare la qualità grafica dei filmati... lasciano davvero senza parole!
Insomma, io ne sono entusiasta (beh, è da quando è uscito Final Fantasy VII che aspettavo questo momento ^_^...) e credo che sia un titolo parecchio godibile anche per i non appassionati della serie.

Vincent Valentine - Dirge of Cerberus

2 commenti:

  1. *___* io l'ho avuto ieri sera e non vedo l'ora di giocarci..ho visto solo il video iniziale *___*

    RispondiElimina
  2. ...fantastico, vero? XD

    RispondiElimina