venerdì 5 novembre 2010

...visto che ho bisogno di un po di fortuna, di questi tempi... spero che il Maneki Neko ne porti un po anche a voi...
Maneki Neko
...e per chi non sa chi sia, eccovi la sua storia ...o meglio, le sue storie, ci sono tre versioni differenti sull'origine di questo paffuto gattone, anche se la più conosciuta è indubbiamente la prima
(dal Blog
Scatola Nera)


Il gatto del tempio: Un giorno un ricco signore feudale prese riparo contro un'imminente temporale sotto un albero che si trovava nel cortile di un tempio. Il signore, richiamato da un gesto d'invito (eh si, proprio la zampina alzata) del gatto del tempio, lo seguì incuriosito. Subito dopo un fulmine colpì l'albero polverizzandolo. Pare che come ringraziamento per questo avviso, l'uomo contribuì notevolmente al benessere del tempio e, alla morte del gatto, fece preparare il primo Maneki Neko in suo onore.



Il gatto della cortigiana: Vi era un tempo una cortigiana che possedeva un gatto da lei molto amato. Una sera il gattò cominciò a tirarla per un lembo del kimono rifiutandosi di desistere e, anzi, diventando sempre più insistente. Pensando che fosse posseduto dal demonio, la proprietaria della casa di piacere prese un'accetta e gli tagliò la testa. La testa mozzata volò allora fino al soffitto dove colpì un serpente che era pronto ad attaccare da un momento all'altro. Per consolare la cortigiana devastata dalla perdita del suo amato gatto, un cliente scolpì una piccola statuina in legno: il Maneki Neko.



Il gatto della vecchina: Un'anziana signora, poverissima e schiacciata dai debiti, per sopravvivere fu costretta a vendere il suo amato gatto. Qualche notte dopo il gatto le apparve in sogno dicendole di creare una statuetta d'argilla con le sue sembianze. Fece come il gatto le suggerì e ben presto riuscì a vendere la statuina. Cominciò così a produrre e vendere le statuine del gatto che diventarono molto popolari e che le portarono la ricchezza e prosperità che le era mancata in precedenza.

...la prima rimane indubbiamente la mia favorita.



In assenza di gatti ''veri'' da spupazzare come portafortuna sto ampliando la mia collezione di gatti ''finti'' XD e a Lucca Comics (nel prossimo post il resoconto) son riuscita miracolosamente a trovare questo:



gatto parlante



...un gatto/ovetto giapponese che se ''smosso'' miagola XD
gatto giapponese che miagola
...ed ecco la dimostrazione VIDEO XD


Che dire... speriamo che funzioni, e non intendo le batterie ;)!